È Halloween anche a bordo della Iss

Da sinistra, in senso orario: Sergey Ryazansky, Paolo Nespoli, Joe Acaba, Mark Vande Hei, Alexander Misurkin e Randy Bresnik in posa per Halloween 2017 sulla International Space Station. Crediti: Randy Bresnik/Twitter

Sarà mica che anche lassù a 400 km sopra le nostre teste, fra un esperimento in microgravità e una passeggiata spaziale, si stanno guardando la nuova stagione di Stranger Things? Quel che è certo è che anche gli astronauti ora a bordo della Stazione spaziale, proprio come i quattro giovani protagonisti della serie firmata dai fratelli Duffer, non si sono lasciati sfuggire l’occasione della notte di Halloween per travestirsi come si deve. continua ...

Il gigante e la bambina

Rappresentazione artistica di Ngts-1b. Crediti:
University of Warwick/Mark Garlick

Il Next-Generation Transit Survey (Ngts) dell’Eso a Paranal, nel nord del Cile, ha scoperto il suo primo esopianeta: un gioviano caldo in orbita attorno a una stella nana di tipo M a circa 600 anni luce da noi da oggi denominata – dal nome, appunto, dello strumento Eso – Ngts-1. Le nane di tipo M sono deboli stella con massa fra l8 e il 50 per cento di quella del Sole e una temperatura superficiale inferiore ai 3700 gradi. Fra le 60 stelle più vicine a noi, si stima che le nane di tipo M siano 50, ma nemmeno una di esse è abbastanza luminosa da essere visibile a occhio nudo. Prima di Ngts-1b, questo il nome del pianeta, si erano osservati solo altri due giganti gassosi transitare attorno a una stella nana di tipo M: Kepler-45b e Hats-6b. Dei tre, Ngts-1b è il più grande e il più massiccio, con un raggio e una massa pari, rispettivamente, a 1.3 e 0.8 volte quelli di Giove. Orbita attorno alla stella a distanza ravvicinata, circa il 3 per cento di quella fra la Terra e il Sole, e compie una rivoluzione ogni in 2.6 giorni. continua ...

Guida Flos Olei, dal Lazio azienda olivicola dell’anno – Terra e Gusto

Con l'arrivo dell'olio nuovo sugli scaffali, arrivano anche gli Oscar dell'extravergine di qualità: la classifica The Best 20 redatta da Marco Oreggia e Laura Marinelli, curatori della guida Flos Olei 2018, la cui nona edizione verrà presentata a Roma il 9 dicembre. A primeggiare quest'anno, con ben… video,assurdi,divertenti,musica,telefilm,salute,ufo,mistero,animali,fai da te,cucina,auto,cinema,news,religione,turismo
video,assurdi,divertenti,musica,telefilm,salute,ufo,mistero,animali,fai da te,cucina,auto,cinema,news,religione,turismo
Fonte: Guida Flos Olei, dal Lazio azienda olivicola dell’anno – Terra e Gusto

Spazio, tempo e gravità a Genova

31.10.2017, ore 21:30

Anche quest’anno l’Istituto nazionale di fisica nucleare (Infn) partecipa al Festival della scienza di Genova, la cui quindicesima edizione ha preso il via giovedì 26 ottobre e proseguirà fino al 5 novembre, colorando la città con ben 265 eventi. Questa sera, martedì 31 ottobre alle 21.30 il Teatro della Tosse porta in scena “Space, Time, Gravity“, un viaggio alla scoperta dell’universo e dei suoi numerosi messaggeri – onde gravitazionali, luce, raggi cosmici, neutrini – che i fisici rivelano per indagarne la struttura. Si tratta di un dialogo semiserio intorno all’universo, che vedrà sul palco Marica Branchesi, astrofisica ricercatrice del Gran Sasso Science Institute (Gssi) e della collaborazione internazionale Virgo, Fernando Ferroni e Antonio Zoccoli, fisici delle particelle, rispettivamente presidente e vicepresidente dell’Infn. Il racconto sarà condotto da David Riondino, e accompagnato dai racconti animati di Luca Ralli, dalle letture di Lella Costa e dalle musiche di Umberto Pietrin. L’esplorazione delle idee alla frontiera delle nostre conoscenze toccherà l’origine e l’evoluzione dell’universo, la sua struttura fatta di oggetti visibili e invisibili, la materia oscura e le altissime energie che le particelle raggiungono nei grandi acceleratori, la relatività di Einstein e le onde gravitazionali, fino alla straordinaria finestra aperta sull’universo dai recenti risultati riguardanti la loro rivelazione. continua ...