Alla ricerca delle reliquie galattiche

Sono massicce, sono molto piccole ed estremamente rare, ma potrebbero nascondere il segreto del modo in cui le galassie si formano ed evolvono. Un articolo pubblicato il 16 novembre sulla rivista Astronomy & Astrophysics solleva un lembo del velo che copre le timide galassie massicce ultracompatte. Lo studio è stato realizzato da un team internazionale guidato da Fernando Buitrago, dell’Instituto de Astrofísica e Ciências do Espaço (Ia2) e Faculdade de Ciências da Universidade de Lisboa (Fcul). continua ...

Alma scova riserve di gas tra le ciglia galattiche

La galassia SMM J2135-0102 soprannominata “Cosmic Eyelash” per la sua forma che ricorda lunghe ciglia. Crediti: ALMA (ESO/NAOJ/NRAO)/E. Falgarone et al.

Di recente le antenne di Alma (Atacama Large Millimeter/submillimeter Array) sono state usate per trovare riserve di gas freddo e turbolento intorno a galassie “starburst” distanti. Un’equipe con a capo Edith Falgarone (Ecole Normale Supérieure and Observatoire de Paris, Francia) ha usato, infatti, le antenne cilene per confermare la presenza della molecola dellidruro di carbonio CH+ in cinque delle sei galassie osservate, tra cui la galassia SMM J2135-0102 soprannominata “Cosmic Eyelash” per la sua forma che ricorda lunghe ciglia. Questa ricerca ha fornito nuove informazioni che possono aiutare gli astronomi a comprendere la crescita delle galassie e le modalità con cui i dintorni di una galassia ne alimentano la formazione stellare. continua ...