Spazio, tempo e gravità a Genova

31.10.2017, ore 21:30

Anche quest’anno l’Istituto nazionale di fisica nucleare (Infn) partecipa al Festival della scienza di Genova, la cui quindicesima edizione ha preso il via giovedì 26 ottobre e proseguirà fino al 5 novembre, colorando la città con ben 265 eventi. Questa sera, martedì 31 ottobre alle 21.30 il Teatro della Tosse porta in scena “Space, Time, Gravity“, un viaggio alla scoperta dell’universo e dei suoi numerosi messaggeri – onde gravitazionali, luce, raggi cosmici, neutrini – che i fisici rivelano per indagarne la struttura. Si tratta di un dialogo semiserio intorno all’universo, che vedrà sul palco Marica Branchesi, astrofisica ricercatrice del Gran Sasso Science Institute (Gssi) e della collaborazione internazionale Virgo, Fernando Ferroni e Antonio Zoccoli, fisici delle particelle, rispettivamente presidente e vicepresidente dell’Infn. Il racconto sarà condotto da David Riondino, e accompagnato dai racconti animati di Luca Ralli, dalle letture di Lella Costa e dalle musiche di Umberto Pietrin. L’esplorazione delle idee alla frontiera delle nostre conoscenze toccherà l’origine e l’evoluzione dell’universo, la sua struttura fatta di oggetti visibili e invisibili, la materia oscura e le altissime energie che le particelle raggiungono nei grandi acceleratori, la relatività di Einstein e le onde gravitazionali, fino alla straordinaria finestra aperta sull’universo dai recenti risultati riguardanti la loro rivelazione. continua ...

Festival di Genova: a ”contatto” con la scienza

Dal 26.10.2017 al 05.11.2017

È al Festival della scienza di Genova, quest’anno alla XV edizione, che Xavier Barcons, il nuovo Direttore generale dello European Southern Observatory (Eso) farà la sua prima uscita pubblica in Italia. Il 2 novembre alle 21.00, presso la sala del Maggior Consiglio, infatti, Barcons e Nichi D’Amico, presidente dell’Inaf, dialogheranno intorno all’Extremely Large Telescope: un racconto fra tecnologia e ricadute industriali, guardando alla scienza futura.

Con Barcons e D’Amico, a Genova sbarca anche Martina Tremenda, la ragazzina rompiscatole dell’Inaf ideata dal sottoscritto (Stefano Sandrelli) e disegnata da Angelo Adamo, che con la sua astronave rattoppata viaggia in lungo e in largo per l’universo. E anche per l’Italia, se è vero che Martina dopo Genova è attesa al Festival della scienza di Cagliari e che, quest’anno, è già stata ospitata ad Agrigento per il Festival delle Scienze nella Valle dei Templi e a Bergamoscienza, dove i suoi laboratori Astrokids sono stati visitati da oltre duemila bambini. E se ad Agrigento era stato l’Osservatorio dell’Inaf di Palermo a indossarne i panni e a Bergamo quello del’Inaf di Brera, nella città ligure saranno gli Osservatori di Padova e Cagliari a darle vita: un unico volto per tante attività diverse. continua ...