Italia e Australia insieme per Ska

Un momento della firma dell’accordo. A sinistra, Chris Moran, pro-rettore con incarico alla ricerca della Curtin University e, a destra, Filippo Maria Zerbi, direttore scientifico dell’Istituto Nazionale di Astrofisica. Crediti: Annabelle Fouchard

Oggi a Perth, in Australia, è stato firmato un accordo di collaborazione tra l’Istituto Nazionale di Astrofisica (Inaf) e la Curtin University, nodo dell’International Center for Radio Astronomy Research (Icrar) in Australia, che getta le basi per la realizzazione del più grande radiotelescopio del mondo, lo Square Kilometre Array (Ska). continua ...

L’Italia fa ancor più grande Lofar

Veduta aerea del nucleo principale di LOFAR

Con oltre 25 mila antenne raggruppate in 51 stazioni distribuite in 7 stati europei, Lofar (Low Frequency Array) è la più estesa rete per osservazioni radioastronomiche in bassa frequenza attualmente operativa. E oggi, con la firma da parte dell’Istituto nazionale di astrofisica (Inaf) del contratto per la realizzazione di una nuova stazione presso Medicina, in provincia di Bologna, Lofar si avvia a diventare ancor più esteso e ad accrescere di conseguenza le sue capacità osservative. Con l’atto appena siglato nei Paesi Bassi, l’Inaf è alla guida per l’Italia di un consorzio che vedrà nel prossimo futuro il coinvolgimento di alcune università del nostro paese. continua ...

SpaceUp torna in Italia

Dal 05.05.2018 al 06.05.2018

Si terrà a Pisa il 5 e il 6 maggio prossimi il terzo SpaceUp italiano. Dopo il successo delle due edizioni passate, a Roma nel 2015 e a Milano nel 2016, torna in Italia la non-conferenza pensata per professionisti e appassionati dello spazio, dove non ci sono oratori e spettatori ma solo partecipanti.

L’iniziativa, nata nel 2010 a San Diego e presto diffusasi in tutto il mondo, si svolge senza un programma vero e proprio. Sono infatti i partecipanti a proporre i temi e a discuterli insieme, stimolando idee o condividendo semplici aneddoti con gli altri, con sessioni brevi e gruppi di discussione in continuo divenire. A tirare le fila di tutto un nutrito gruppo di giovani professionisti del settore spaziale. Per capire meglio come funzioni questa edizione abbiamo intervistato per voi Francesco di Lauro, studente al secondo anno magistrale in ingegneria aerospaziale, segretario di Euroavia Pisa e organizzatore dell’evento. continua ...

Hemelliggaam, dove il Sudafrica incontra l’Italia

Dal 09.02.2018 al 22.04.2018

Il telescopio Salt (South African Large Telescope ) in una delle immagini della mostra “Hemelliggaam or The Attempt To Be Here Now”. Crediti: Tommaso Fiscaletti e Nic Grobler

Come coniugare gli sconfinati ambienti sudafricani con la presenza dell’uomo e i più ambiziosi progetti scientifici? Gli artisti Tommaso Fiscaletti e Nic Grobler, i creatori della mostra fotografica “Hemelliggaam or The Attempt To Be Here Now (Chapter one)”, hanno provato a raccontare con foto e video le aree del Northern Cape scelte per la realizzazione di progetti astronomici internazionali come il South African Large Telescope (Salt) e lo Square Kilometer Array (Ska), indagando la relazione tra terra e cielo e tra persona e ambiente. La mostra apre oggi, giovedì 8 marzo, e sarà possibile visitarla fino al 22 aprile presso il Museo Iziko a Città del Capo. continua ...