Scrigno di pianeti sconosciuti a 450 anni luce

Osservando un campione di giovani stelle in una regione di formazione stellare nella costellazione del Toro, un gruppo internazionale di astronomi ha scoperto che molte di esse sono circondate da strutture interpretabili come tracce create da pianeti giovani e in via di sviluppo, alcuni dei quali potrebbero raggiungere la dimensione di Nettuno o delle super Terre (pianeti fino a 20 masse terrestri). Allo studio, pubblicato oggi su The Astrophysical Journal e la cui autrice principale è Feng Long dell’Università di Pechino, hanno collaborato per l’Italia le ricercatrici dell’Istituto nazionale di astrofisica (Inaf) Brunella Nisini ed Elisabetta Rigliaco e i professori di Università Statale di Milano e associati Inaf Giuseppe Lodato ed Enrico Ragusa. continua ...

M9, scrigno stellare di Ofiuco

L’ammasso globulare M9 ripreso in tutto il suo splendore dal telescopio spaziale Hubble. Crediti: Nasa ed Esa

Messier 9, o M9 in breve, è uno splendido ammasso globulare, presente nei cieli serali di giugno e in tutto l’arco dell’estate, verso sudest, in direzione della costellazione dell’Ofiuco. Per individuarlo è sufficiente un binocolo, anche se apparirà come una macchiolina indistinta. Per cominciare a osservare le stelle che lo compongono è però necessario utilizzare un piccolo telescopio. continua ...