È tempo di Galassica, il festival dell’astronomia

Dal 21.06.2018 al 24.06.2018

Approda a Macerata Galassica – Festival dell’astronomia: dal 21 al 24 giugno, nei luoghi del centro storico, incontri, dibattiti con gli scienziati, serate al telescopio e planetario a Palazzo Buonaccorsi. Che spettacolo l’astronomia! è lo slogan del festival, un progetto innovativo proposto dall’associazione Nemesis Planetarium e accolto dall’assessore alla cultura del Comune di Macerata Stefania Monteverde. «Il primo festival dell’astronomia è una delle tappe di “Macerata finalista Capitale della Cultura 2020”. Ed è una tappa ricca di valori: il cielo stellato sopra di noi ci riporta al valore della ricerca scientifica e apre allo stupore del mistero», dice Monteverde. «Saranno giornate belle, ricche di incontri e dibattiti per tutti, grandi e piccoli, occasioni per tutti per stare bene insieme e vivere il centro storico della città. È il primo festival dell’astronomia e già aspettiamo il prossimo». continua ...

FameLab 2018, una vittoria senza tempo

Riccardo Impavido, primo classificato a FameLab Italia 2018. Fonte: www.famelab-italy.it

Si chiama Riccardo Impavido, ha appena 20 anni ed è iscritto al primo anno di Fisica all’Università di Padova. E da venerdì scorso è il vincitore nazionale del FameLab Italia. Diffuso dal British Council in 30 Paesi in tutto il mondo, il talent show scientifico è dal 2012 anche in Italia, grazie a una collaborazione tra la grande organizzazione culturale britannica e Psiquadro, società di comunicazione scientifica perugina. continua ...

Viaggio nel tempo a bordo della polvere di stelle

Immagine al microscopio elettronico di un granello di polvere (di un micron) estratto da un meteorite primitivo: gli esperti hanno trovato del carburo di silicio (in basso a destra). Questi grani di polvere si sono formati più di 4,6 miliardi di anni fa dai resti delle supernove di tipo II. Crediti: Nasa e Larry Nittler

Chi direbbe mai che da piccolissimi granelli di polvere stellare (della grandezza di un micron) si possa ricostruire parte della storia del nostro Universo! Ebbene, è possibile. E alcuni astronomi del Carnegie’s Department of Terrestrial Magnetism hanno cercato di spiegare, in uno studio pubblicato su Science Advances, come e quando si siano formati particolari grani di polvere ricchi di carbonio che vengono estratti da molte meteoriti. L’analisi dimostra che questi grani si sono formati dall’emissione di supernove almeno due anni dopo l’esplosione della stella: la polvere stellare viene sparsa nello spazio per essere incorporata – miliardi di anni dopo – in nuovi sistemi stellari, come è accaduto nel nostro Sistema solare. continua ...